Questo articolo è una guida pratica sul caricamento dei file scorm utilizzando anche un client FTP. Parleremo sia del primo caricamento che di un’eventuale sostituzione.

Caricare gli oggetti Scorm via FTP

Perché?

Ci sono due motivazioni principali per usare questo metodo:

  • Il caricamento via browser, specie in presenza di connessioni lente o di scorm molto pesanti (centinaia di megabyte), non è il metodo più efficace. Si rischia che la piattaforma vada in timeout, magari una volta arrivati al 90%, e di dover ricominciare da capo.
  • L’altro motivo tipico è quando un corso è già iniziato, gli utenti ne stanno già fruendo, ma ci si accorge che lo scorm ha dei refusi o qualche contenuto da sostituire. In questo caso, il caricamento via FTP è l’unico modo per aggiornare i contenuti dello scorm senza perdere il tracciamento.

Come si fa?

Creare un file zippato con solo il manifest

Il primo step è creare un pacchetto scorm che contenga solo il manifest, ossia l’indice del corso.

Occorre individuare il file manifest nella cartella in cui abbiamo pubblicato il corso. L’esempio sotto è la tipica cartella di output di uno scorm realizzato con Storyline

Comprimiamo questo file e magari nominiamolo con un nome “parlante”. Tecnicamente, anche questo è un pacchetto scorm.

 

Caricare il manifest in piattaforma

A questo punto, carichiamo il nostro “mini-scorm” in piattaforma con le solite modalità:

  • Nuovo oggetto didattico>carica oggetti scorm>nuovo>scegli file>carica content package
  • Il file si caricherà in un istante, tanto peserà 2kb
  • A questo punto è presente tra gli oggetti del corso, sia pure come indice “vuoto”

Andiamo nel nostro account FTP e raggiungiamo la cartella che è stata creata in automatico dalla piattaforma.

Si tratterà

  • Dell’ultima in ordine cronologico
  • Con un nome uguale al nome del pacchetto .zip appena caricato, preceduto da un prefisso

Entriamo nella cartella, e carichiamo via FTP tutti i file contenuti nella cartella in locale dentro a cui abbiamo pubblicato il corso tranne appunto il manifest.

Una volta completato il caricamento, il gioco è fatto. Il nostro LO a questo punto è correttamente fruibile in piattaforma.

Come si sostituiscono una volta caricati?

La sostituzione degli scorm avviene allo stesso modo, con l’esclusione del primo step:

  • Ripubblichiamo il nostro scorm dopo le correzioni
  • Non abbiamo bisogno di ricaricarlo in piattaforma, né di creare il pacchetto .zip con il solo manifest
  • Raggiungiamo semplicemente la cartella in cui il LO è contenuto, cancelliamo tutto tranne il manifest.
  • Carichiamo tutti i file del nostro scorm tranne il manifest

Naturalmente quando cancelliamo i file vecchi il LO sarebbe inaccessibile, per cui converrà chiudere temporaneamente il corso finché non abbiamo ricaricato i file aggiornati.